Contattaci |

+39 351 877 94 61

Orari: LUN – VEN 10:00/17:00 |

La religione al Centro Diurno

Claudia Colaneri conduce laboratori di scrittura collettiva per disabili adulti con ritardo mentale. La sfida consiste nel trattare temi “alti”. Ecco quello che può succedere in un normale incontro:

La religione è qualcosa che si mette in aggiunta a quello che si crede.

Dio, Gesù, la Madonna e gli altri, sono i personaggi; mentre la religione è lo spettacolo a cui noi possiamo partecipare.

Dio è padre di tutti, anche se alcuni credono di essere stati adottati.

Molte religioni combattono per la pace; che è un po’ come mangiare per la dieta.

La religione è un libro che si apre e si legge per cercare le domande.

Non sempre siamo convinti delle risposte, ma l’importante è che crediamo alle domande.

Gli atei sono quelli che pensano che la nascita del mondo non sia colpa di nessuno e non credono a Dio, qualunque cosa egli dica.

Una persona può essere atea, ma quando gli nasce un figlio, comincia a credere almeno nei miracoli.

Per credere in Dio, alcuni vogliono una prova, altri gli credono a prescindere, da come parla.

La morte è un grande mistero, perché le persone, quando muoiono, vanno al cimitero; ma nessuno, in realtà, sa che cosa ci vanno a fare.

I cristiani, prima di andare al cimitero, passano in chiesa.

I credenti sono quelli che pensano che, dopo la morte, si viva meglio. Un ateo, invece, pensa che, quando muore, semplicemente non c’è più; però poi il funerale bisogna pagarglielo lo stesso.

Alla fine siamo uguali, perché, a prescindere da cosa ci sia dopo la vita; se muore un credente o un ateo, a noi dispiace lo stesso.

× Dubbi? Chatta con noi