Contattaci |

+39 351 877 94 61

Orari: LUN – VEN 10:00/17:00 |

Il protagonista del racconto è morto ma non si aspetta di trovarsi su una nuvola, tenendo in mano le stampelle e di avere davanti a sé una scala infinita che conduce verso il paradiso.

Cosa spinge un lettore a leggere? Questa è la domanda a cui risponde oggi Alice Felci per la nostra rubrica di Farmacia Letteraria.

Massimiliano Ciarrocca oggi ci spiega la differenza che esiste tra lo scrivere con senso dell'umorismo e lo scrivere con l'obiettivo di far ridere il lettore.

In ogni storia che si rispetti si crea un divario tra le aspettative del protagonista ma anche di tutti gli altri personaggi e quello che ottengono.

× Dubbi? Chatta con noi