Quello che le Alexa non dicevano

Tronano le "brevi" di Genius, una notizia in un pugno di parole.

Cattive notizie per chi usa Alexa come punching-ball per l’aggressività verbale. Finora l’assistente vocale aveva glissato sugli insulti. Dallo scorso 8 marzo invece può rispondere a tono. L’iniziativa “Alexa, di’ la tua!” è ideata insieme a ActionAid nella campagna contro la violenza verbale per far conoscere le conseguenze del linguaggio aggressivo sulla salute fisica e mentale. Continuate pure a chiedere ad Alexa, ma prima portatele delle rose, nuove cose e vi dirà ancora un altro sì (forse).

Condividi su Facebook

Luisa Sagripanti

Professionista della comunicazione con esperienze di docenza e ricerca sociale, autrice di racconti, “auttrice” di testi teatrali. Con Genius fin dalla fondazione, ha frequentato i laboratori di scrittura narrativa e partecipato alla prima edizione del corso “Scrivere e fare podcast”. Nella rivista La Lampada di Genius firma la rubrica “500caratterispaziinclusi”, esperimenti di scrittura a libertà vigilata.

Tag

Potrebbe piacerti anche...

Dentro la lampada

Fuga

L’importante è respirare e non girarsi mai indietro.

Leggi Tutto
Apri la chat
Dubbi? Chatta con noi
Ciao! Scrivimi un messaggio per dirmi come posso aiutarti :)